Il Vescovo D’Ercole: richiesta di dimissioni assurda, preghiamo per il papaa

Il vescovo di Ascoli, con una nota inviata ai fedeli della diocesi, prende le difese di Francesco e bolla come strumentali tutte le accuse

0
637
Monsignor Giovanni D'Ercole, vescovo di Ascoli
Monsignor Giovanni D'Ercole, vescovo di Ascoli

Il vescovo di Ascoli monsignor Giovanni D’Ercole, con una nota inviata a tutti i fedeli della diocesi, prende le difese di Papa Francesco, invitando “i sacerdoti, le parrocchie, le comunità monastiche e religiose, i movimenti e le associazioni ecclesiali a dedicare la domenica prossima, 2 settembre, a una speciale giornata di preghiera e di rinnovata fedeltà al Papa”.

Nel testo il vescovo ribadisce il sostegno a Francesco di fronte alla richiesta di dimissioni arrivata da alcuni. “La nostra diocesi – si legge nel documento – stretta al suo vescovo e ai sacerdoti, vuole dirgli: non sei solo! Non sei solo a portare questa croce! Non sei solo a lottare contro gli abusi di minori perpetrati da chierici infedeli. Con la tua Lettera al Popolo di Dio ci hai invitato a pregare, a fare penitenza e digiuno, a collaborare tutti insieme per far sì che mai più avvengano abusi e coperture. Noi come figli che amano il loro Padre, ti diciamo di sì. Ti diciamo che puoi contare su di noi, sulla nostra preghiera”.

D’Ercole, infine, bolla la richiesta di dimissioni come politica: “Non si era mai vista, – scrive  – una richiesta al Papa di dimettersi, orchestrata come una vera e propria operazione mediatica e politica, sfruttando la visibilità del viaggio in Irlanda e cercando di mettere in difficoltà il Santo Padre nel dialogo con i giornalisti sull’aereo”. “Prendiamo sul serio l’invito che il Papa stesso ha fatto ai giornalisti, l’appello alla loro professionalità nel leggere quel testo. Il Santo Padre – conclude il vescovo – ha detto così perché dalla lettura attenta del testo e delle circostanze che vi sono descritte è possibile comprendere la strumentalizzazione e l’assurdità della richiesta di dimissioni”.

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.