Ascoli Picchio news, gli ultras contro Bellini: deve andarsene subito

I tifosi hanno ribadito l'appoggio alla squadra, ma hanno sottolineato a gran voce che "Ascoli Picchio e lo stemma nuovo non ci rappresentano"

4
438
I tifosi dell'Ascoli, foto da pagina Facebook ufficiale Ascoli Picchio
I tifosi dell'Ascoli, foto da pagina Facebook ufficiale Ascoli Picchio

“Contestazione ad oltranza anche se Francesco Bellini dovesse comprare i campioni per andare in serie A. Lui ormai non ci rappresenta e deve andarsene”. A deciderlo sono stati ieri gli Ultras dell’Ascoli Picchio 1898, che ieri si sono ritrovati in 200 all’auditorium della gioventù di Ascoli Piceno per discutere dell’atteggiamento da tenere verso la società guidata dall’imprenditore italo-canadese.

I tifosi hanno ribadito l’appoggio alla squadra, ma hanno sottolineato a gran voce che “Ascoli Picchio e lo stemma nuovo non ci rappresentano”. “Rivogliamo il nostro nome, Ascoli Calcio, e il nostro stemma”, hanno detto, minacciando persino di disertare le partite di casa della squadra fino a quando la situazione non sarà ripristinata.

Insomma: i tifosi dell’Ascoli Calcio hanno scelto la linea dura e il rapporto tra Bellini e la società (come quello tra Bellini e Bricofer e tra Bellini e la giunta Castelli, che pure ha dato segnali di apertura) è definitivamente rotto. Ora non resta che cedere. E in fretta.

4 COMMENTI

  1. Ma, scusate chi cazzo credono di essere questi 200 deficienti? Decidono? cosa decidono? Loro rappresentano 200 presunti tifosi mentre allo stadio ci andiamo in 5/6 mila! Vogliono contestare la società? Lo facciano, ma non rompano i gabbasisi a chi non è d’accordo con loro. Se non sta loro bene Bellini non vadano allo stadio, staremo più larghi! Sono tre anni che rompono. si credono i padroni ma se vogliono fare i padroni, cacciassero i soldi, si comprano la società eppoi si facciano lo stadio ed infine portino loro la squadra dove secondo loro compete SERIEA. Ascoli città non ha bisogno di contestatori a tutto tonto. ricordo nei giorni scorsi che alcuni già contestavano BRIKOFER se non avesse confermato il mister e se non comprava giocatori che piacevano a loro. Con questi presunti tifosi a breve saremo a fare scontri sportivi con la Brettense, il Villa Pigna, il campolungo, e il Porta Romana. BASTA AVETE ROTTO I COGLIONI: FUORI DAL DEL DUCA GLI SFASCISTI!

  2. Secondo me a dover andare via da Ascoli deve essere l’amministrazione della città! Usa 50 analfabeti x i suoi oscuri scopi politici. Bellini ha salvato una società fallita, era in accordo (ci sono le prove) che l’amministrazione avrebbe sistemato lo stadio oppure gli dava la possibilità di farsene uno nuovo tutto suo che sarebbe inevitabilmente diventato dell’ASCOLI PICCHIO cosi come ovvio finirà il Picchio Village. Cittadini anche lo straniero sindaco ha buttato la maschera! Vorrei vedere chiunque affrontare un campionato complesso e costoso come quello di B senza lo stadio. Il sindaco si è preso il merito di aversi accollato l’affitto della curva mobile come se non spettasse a lui farlo specialmente dopo che per due anni ci ha pensato la società Ascoli a pagarlo pur di accontentare i tifosi che allora non vollero trasferirsi alla NORD ( in qualsiasi altra città si sarebbero trasferiti i tifosi semplicemente indisponibilità di un frazione dello stadio, come avvenuto nell’ultima partita. Torniamo al prossimo campionato: dunque se Bellini dovesse allestire una squadra decente come potrebbe recuperare parte dei soldi spesi? Sicuramente non chiedendo le stesse cifre x gli abbonamenti in tribuna centrale visto che gli spettatori starebbero scoperti come tutti gli altri settori. non dalla SUD che già sarebbe piena anche cosi, NON dalla tribuna est per ammissione del sindaco non pronta prima del prossimo anno, rimarrebbero pochi posti ai distinti NORD OVEST. Quindi cari super tifosi perché invece di inveire contro chi non fa spese folli non inveite contro chi semina i percorsi di recupero spese piene di trappole? Per fortuna non solo il solo ad aver capito chi ha creato certi disagi altro che presidente! Troppi pretendono che una persona perché ricca debba buttare dalla finestra i suoi soldi x far fare bella figura ad una amministrazione che non solo fa fuggire dalla vallata gli imprenditori e quindi il lavoro, sta svuotando la città favorendo oltre ogni logica un solo commerciante a danno perfino degli anziani che magari non trovano più il negozietto sotto casa. QUI EGREGI FINTI TIFOSI NON DEVE ANDARE VIA BELLINI; MA CASTELLI!

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui