Made in Italy: cosa dobbiamo sapere?

Più di ogni altra cosa infatti, con l'avvento della globalizzazione è importante tutelare la nostra produzione, e quindi i nostri prodotti tipici, che devono essere riconosciuti in tutto il mondo e protetti dalla concorrenza estera ed internazionale.

0
236
Lezioni online, foto da Pixabay

Cos’è il Made in Italy?

Il Made in Italy, o ‘prodotto in Italia‘ è diventato sinonimo di qualità Italiana in tutto il mondo. Siamo leader nella cura della nostra produzione artigianale nazionale, che proteggiamo e salvaguardiamo. (Esistono anche enti pubblici/statali preposti a questo tipo di tutela)

Come riconoscerlo?

Essenzialmente il Made in Italy, è il marchio che indica la filiale di provenienza, garantendo la qualità delle materie prime e il controllo del prodotto lungo tutto il processo di produzione, dalla creazione fino alla vendita al dettaglio in negozio.

L’artigianato Italiano è plurisettoriale, e può riguardare tantissimi ambiti diversi: manifatturiero, tessile, pelletteria, oreficeria, moda, design, fino ad arrivare all’ambito culinario e produzione di vini (DOP, DOCG) ecc ecc

Per saperne di più, la ‘made in Italy school‘ mette a disposizione sulla sua piattaforma online, tantissime videolezioni e corsi accreditati.
Il sito www.madeinitalyclass.com permette di avere un quadro generale dei settori che più rappresentano la qualità dell’artigianato Made in Italy, mostrandone i segreti.
Grazie a questa vera e propria scuola online, si può imparare cosa è il Made in Italy, come produrlo e come tramandarlo, dandogli il valore che merita. Creare eccellenze non è solo un imparare un mestiere, ma usare tutta la nostra creatività per renderlo un prodotto unico e particolare.

Più di ogni altra cosa infatti, con l’avvento della globalizzazione è importante tutelare la nostra produzione, e quindi i nostri prodotti tipici, che devono essere riconosciuti in tutto il mondo e protetti dalla concorrenza estera ed internazionale.

Perchè è così importante?

Essenziale dunque, è imparare cosa è il Made in Italy e come riconoscerlo nello specifico, per poterlo produrre.
Le nostre creazioni sono uniche nel loro genere, non solo per la qualità elevata delle materie prime utilizzate, ma grazie anche alla mente e alla mano che le realizza.
Un artigiano infatti, non mette in vendita un prodotto qualunque, mette in vendita il frutto del proprio sapere dopo anni e anni di esperienza nel suo settore di specializzazione.

In Italia creiamo dei capolavori della manifattura, che possono diventare dei veri e propri ‘must have‘ ricercatissimi. Basti pensare all’italianissimo marchio ‘Gucci‘, che ha saputo valorizzare il settore moda, portando i suoi accessori sulle passerelle di tutto il mondo, diventando una icona senza età e tempo.
L’italianità, grazie alla moda infatti, è diventata sinonimo di bellezza e cura maniacale dei particolari.
I marchi come Versace e Armani (e molti altri) hanno portato in auge la nostra superiorità in questo settore, facendoci affermare come leader indiscusso.

Ma non solo nella moda possiamo vantare dei primati, infatti si possono ricercare:

  1. settore della pelletteria, creazione interamente fatta a mano di borse e accessori in vera pelle.
  2. settore nella produzione di calzature (calzaturiero), si possono ricordare i marchi come Casadei, (specializzato in modelli da donna), Giuseppe Zanotti, ma anche la più comune Geox. (unisex)
  3. settore dell’abbigliamento (sottocategoria del comparto ‘Moda’) che racchiude anche il suo export worldwide.
  4. settore dell’oreficeria e gioielleria (lavorazione dell’oro e della creazione di gioielli)
  5. settore del taglio/modellatura e rifininitura delle pietre preziose (tutti i processi, dalla pietra grezza fino al prodotto finale)
  6. settore del tessile, realizzazione di tessuti e loro utilizzo in ambito sartoriale sia maschile che femminile (specie in quello di lusso).
  7. settore sartoriale, con specializzazione in creazioni su misura, specie nel comparto matrimoniale. Ricercatissimi infatti sono gli Atelier di abiti da sposa più famosi, da Milano fino a Roma.
  8. settore del Design di qualsiasi livello.
    Dalla moda, alla creazione di mobili unici nel loro genere, fino alla pianificazione e realizzazione di interni.
  9. settore del vetro (es: vetro di Murano) e creazione di oggettistica ricercata e famosa in tutto il mondo.
  10. settore delle ceramiche (es: ceramiche di Faenza) più nello specifico nella creazione di vasi con intagli e disegni pregiati.

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.