Ballottaggio Ascoli, A&P contro Celani e Fioravanti: chi li finanzia?

La lista: i candidati pubblichino nei loro siti i contributi superiori a 500 euro ricevuti per finanziare la campagna elettorale

0
194
Elezioni comunali in provincia di Ascoli
Elezioni comunali in provincia di Ascoli

Con una nota la lista Ascolto & partecipazione ribadisce l’invito all’astensione ai suoi elettori e chiede ai due candidati sindaci che domenica si scontreranno al ballottaggio, Piero Celani e Marco Fioravanti, di pubblicare – secondo normativa – nei loro siti i contributi superiori a 500 euro ricevuti per finanziare la campagna elettorale.

IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Il Comitato Ascolto & Partecipazione, nel ribadire l’invito all’astensione al ballottaggio del prossimo 9 giugno fra il candidato Sindaco Piero Celani e il candidato Sindaco Marco Fioravanti, fa osservare che non risultano  pubblicati all’interno dei rispettivi siti Internet di riferimento i dati relativi ai soggetti erogatori di specifici contributi di importo superiore ad euro 500,00 per il sostenimento delle spese relative alle campagne elettorali dei due contendenti, ai sensi del comma 11 della Legge 3 Gennaio 2019. Poiché la legge richiede, a pena di pesanti sanzioni previste dal comma 22 della medesima legge, che su apposito registro siano annotati l’identità dell’erogante, l’entità del contributo o il valore della prestazione o della diversa forma di sostegno e la data dell’erogazione entro il mese solare successivo alla percezione e che i medesimi dati, entro gli stessi termini, siano pubblicati all’interno dei siti Internet di riferimento, entro il 31 Maggio scorso avrebbero dovuto essere pubblicati, quanto meno, i dati relativi alle erogazioni ricevute nel mese di Aprile, che è il mese nel quale è iniziata la campagna elettorale. Considerato l’enorme dispiegamento di mezzi svolto in particolare da uno dei due contendenti fin dalle prime battute della campagna elettorale, Ascolto & Partecipazione ritiene che nel ballottaggio del 9 giugno, al di là degli obblighi di trasparenza, peraltro espressamente previsti dalla legge, si configura l’impossibilità per i cittadini di conoscere in dettaglio l’entità e la provenienza dei contributi ricevuti per le campagne elettorali, determinando in tal modo la privazione di un importante elemento di giudizio sul grado di affidabilità e quindi sulla capacità di effettuare, in futuro, scelte politiche non condizionate da parte dei due contendenti.

La lista elettorale Ascolto & Partecipazione, in apposita sezione del proprio sito Internet, ha già pubblicato i dati dei soggetti erogatori che, tra l’altro, come previsto dalla legge, devono restare pubblicati per almeno cinque anni.

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.