Offida, 34 donne più sicure grazie al corso di autodifesa dell’Us Acli

Il corso è promosso dall’Unione Sportiva Acli Marche, col patrocinio ed il sostegno del Comune di Offida, assessorati allo sport ed alle pari opportunità, e della Commissione regionale per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche

0
540
Corso di autodifesa per donne a Offida

Si è concluso il corso gratuito di autodifesa a Offida al quale hanno aderito ben 34 donne di ogni età e residenti in vari comuni. Riscontri positivi, dunque, per una iniziativa proposta per la prima volta ad Offida e che ha attirato l’attenzione su un tema, quello sulla violenza sulle donne, che necessita di essere affrontato anche con iniziative di prevenzione.

Il corso è promosso dall’Unione Sportiva Acli Marche, col patrocinio ed il sostegno del Comune di Offida, assessorati allo sport ed alle pari opportunità, e della Commissione regionale per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche, ed è organizzato in collaborazione con Energie Offida ed Acli provinciali di Ascoli Piceno.

Nel corso dell’ultima lezione sono stati consegnati gli attestati di partecipazione alle corsiste in una simpatica cerimonia alla quale erano presenti l’assessore comunale Cristina Capriotti, il delegato provinciale del Coni Armando De Vincentis, la psicologa delle Acli provinciali Tiziana Boccolini, il vice presidente regionale dell’U.S. Acli Giulio Lucidi ed ovviamente lo staff tecnico del corso guidato da Emanuele Conti.

Proprio dall’assessore Capriotti e dal delegato provinciale del Coni De Vincentis sono giunte parole di apprezzamento per una iniziativa che ha promosso anche l’attività fisica e dunque corretti stili di vita per le corsiste.

In totale sono state 11 le ore di lezione effettuate.

Per informazione sui corsi di autodifesa per donne dell’U.S. Acli e sui prossimi appuntamenti si possono consultare la pagina facebook Unione Sportiva Acli Marche o il sito www.usaclimarche.com .

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.