Come si costituisce una srl, quando e a chi conviene

Quando finalmente viene delineata una nuova idea imprenditoriale e si decide di strutturarla per dare forma e vita a un business, occorre fare mente locale su quali siano le differenti tipologie di società che è possibile avviare, magari con degli amici o dei colleghi affiatati e pronti a condividere fin da subito la mission aziendale

0
672
Società, foto da ufficio stampa

Quando finalmente viene delineata una nuova idea imprenditoriale e si decide di strutturarla per dare forma e vita a un business, occorre fare mente locale su quali siano le differenti tipologie di società che è possibile avviare, magari con degli amici o dei colleghi affiatati e pronti a condividere fin da subito la mission aziendale. Società di persone, società per azioni e società in nome collettivo: la lista è lunga e la scelta non manca, ciascuna tipologia possiede caratteristiche peculiari e richiede il rispetto di uno specifico iter per l’attivazione. Giova però sottolineare come la forma più diffusa di società sia al momento quella a responsabilità limitata.

La forma tradizionale e la forma semplificata

Per prima cosa precisiamo come il nostro ordinamento ne preveda due distinte tipologie: società a responsabilità limitata ‘tradizionale’ (srl) e società a responsabilità limitata semplificata (srls) detta anche ‘srl a un euro’. In che cosa differiscono? Per la costituzione srl tradizionale occorre essere in possesso di un capitale da investire pari almeno a 10mila euro. Mentre invece per quanto concerne la procedura necessaria ad avviare una srls, il capitale sociale può rientrare in un range che va da un minimo di un euro a una soglia massima fissata a 9.999 euro. Chiaramente lo step successivo a quello della scelta della forma della srl riguarda la messa a fuoco dello statuto societario. E’ in questo documento che, tra le altre cose, si provvederà a indicare il nome della società che si sta costituendo.

La procedura è sempre più intuitiva e digitale

La strutturazione dello statuto servirà a dare valenza giuridica alla società. In questi tempi siamo sempre più abituati a compiere qualsiasi operazione tramite il web e anche in questo campo non ci sono eccezioni. E’ infatti possibile compilare su internet un modulo digitale che consente di avviare in autonomia e direttamente da casa la procedura per costituire l’azienda. Una soluzione hi-tech che offre vantaggi sia in termini di tempo che di denaro (si risparmia per esempio la spesa del notaio, cosa non da poco). La procedura di compilazione online, peraltro, può essere guidata step by step ricorrendo a servizi digitali ad hoc il cui obiettivo è proprio supportare l’utente in questa fase cruciale.

La srl è adatta in particolare per le piccole e medie imprese

La formula della società a responsabilità limitata risulta particolarmente adatta per la nascita di piccole e medie imprese. La tipologia ‘semplificata’ si offre peraltro quale modello più facilmente attuabile e dai ridotti costi. Sia nel caso della srl tradizionale che di quella semplificata vi è l’indubbio vantaggio di non mettere mai a rischio le personali sostanze in caso di difficoltà finanziarie (lo dice la terminologia stessa, la responsabilità è ‘limitata’). Nel caso di un fallimento, peraltro, non saranno i soci a fallire ma la società.

Una volta avviata quest’ultima sarà necessario fare le dovute considerazioni anche sugli aspetti relativi alla gestione contabile e finanziaria. Qonto, istituto di pagamento francese sbarcato in Italia nel 2019, si offre di supportare con i suoi prodotti e servizi in particolar modo – tra gli altri – proprio le PMI nell’ambito dell’ottimizzazione finanziaria e contabile.

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.