Spark: l’amplificatore smart di Positive Grid

Cambia il modo di suonare e divertirsi con la chitarra grazie alle grandi potenzialità dello Spark, compatto e versatile come pochi.

0
612
Chitarra, foto generica da Pixabay

Abbiamo pensato di parlare a tutti gli appassionati di chitarra e basso di una grossa novità del settore che arriva direttamente dai creatori di BIAS amp, ovvero Positive Grid che questa volta si sono inventati lo Spark. Sappiamo per certo che l’arrivo di questo nuovo giocattolo ha letteralmente sconvolto i chitarristi di mezzo mondo tanto è vero che gli ordini hanno superato le più rosee aspettative, cosa che ha generato considerevoli ritardi nelle consegne. A difesa di Positive Grid dobbiamo dire che parte di questi ritardi è dovuta a cause di forza maggiore.

Ciò non toglie il boom di vendite in pre order anche perché il prezzo è davvero allettante, si è partiti dai 100 dollari per i primi cento ordini per salire poi a 224 dollari. Tenete presente che terminata l’offerta il prezzo di listino è di 300 dollari. Questi prezzi fanno riferimento all’offerta base, ovvero senza accessori. Chi è interessato a questo articolo può scegliere la versione che comprende la borsa per il trasporto che in offerta è venduta a 262 dollari (prezzo pieno 349 dollari) oppure la versione con le cuffie PreSonus HD-9, al prezzo scontato di 284 dollari (prezzo pieno 379 dollari). Ok, abbiamo parlato di soldi, abbiamo detto che il prezzo (anche pieno) ci sembra conveniente, ma andiamo a vedere cosa c’è di speciale, cosa ci offre lo Spark.

Molto più di un amplificatore

Siamo abituati ai classici amplificatori, si collega il cavo e si suona. Si possono fare varie regolazioni alla fine il suono resta confinato, certo, ci sono le pedaliere con i simulatori di amplificatore. Tutto giusto. Spark amp va oltre sfruttando un’applicazione, veramente ben fatta, è possibile selezionare una serie di amp model ed effetti molto realistici chiaramente modificabili a piacimento. In più c’è una libreria con più di 10.000 suoni presettati, impossibile provarli tutti.

L’applicazione è disponibile sia per iOS sia per Android dunque potete gestire il tutto con smartphone e tablet. Il collegamento avviene via Bluetooth. Non secondario il comando vocale per ordinare alla app di mandare in streaming una canzone oppure di essere accompagnato da una band virtuale. Interessante ma non perfetta la funzione Auto Chord. In sostanza ascoltate un brano da YouTube o Spotify, giusto per fare un esempio, e vi vengono mostrati gli accordi in tempo reale. Diciamo che spesso non sono precisissimi e abbastanza semplificati, salvo futuri miglioramenti, e dunque non è il massimo per brani molto veloci.

Spark Amp è accompagnato da una copia di PreSonus Studio One, quindi potete collegare l’amplificatore al computer via USB e registrare la vostra musica. Non abbiamo avuto modo di fare un test ma non abbiamo dubbi sul fatto che possa funzionare anche con altri programmi come GarageBand ecc.

Potente

È un amplificatore potente per un impiego casalingo, 40W non sono pochi. Il suono che sprigiona lo Spark amp è profondo, carico e avvolgente. Si resta realmente sorpresi guardando le dimensioni compatte. La forma è quella classica detta testata ma più piccola, si può tenere tranquillamente sulla scrivania, insomma, tra le sue doti ha anche la praticità.

Non mancano i controlli per impostare i parametri direttamente sull’amplificatore senza intervenire con la app. Sempre sull’’amplificatore è presente un accordatore e l’uscita per le cuffie. Strutturalmente è un oggetto molto solido e anche pesante, caratteristiche che trasmettono fin da subito la sensazione che si tratti di qualcosa di buona qualità, costruito con ottimi materiali.

Versatile

Ci potete suonare praticamente di tutto, qualunque sia il vostro genere preferito, Spark mette a vostra disposizione i suoni adatti. La versatilità dello Spark si rispecchia anche nel fatto che non è pensato solo per la chitarra elettrica ma anche per la chitarra acustica e il basso cui sono dedicati una serie di amp model ed effetti.

A chi è utile lo Spark amp

Non è un amplificatore che può essere usato per le esibizioni dal vivo. Lo Spark amp è uno strumento da studio nel senso che è utilissimo quando si vuole studiare la chitarra oppure per divertirsi a casa, magari suonando su qualche pezzo ascoltato direttamente da YouTube. Lo riteniamo comunque utile tanto al chitarrista o bassista principiante quanto a quelli che suonano a un livello avanzato.

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.