Semafori T-red ad Ascoli, Casa Pound: solo un modo per fare cassa

L'accusa: Il tutto avviene mentre l’orientamento generale delle amministrazioni è quello di sostituire i semafori con rotonde che portano notevoli vantaggi

0
215
Un semaforo T-red, foto generica
Un semaforo T-red, foto generica

La giunta comunale ha approvato l’istallazione di dispositivi intelligenti sull’asse viario principale di Monticelli in grado di rilevare chi passa con il rosso e recapitargli una multa a casa. CasaPound ha espresso la propria contrarietà attraverso una nota.

“E’ solo un nuovo modo per fare cassa sulle spalle degli automobilisti – spiega Giorgio Ferretti, responsabile provinciale del movimento – applicando, come al solito, modalità repressive a cittadini già tartassati”.

“Con la scusa della sicurezza verranno istallati degli inutili semafori t-red che andranno ad aggiungersi agli autovelox fissi e ai varchi elettronici che già creano indotti di decine di migliaia di Euro nelle casse comunali e provinciali”.

“Il tutto avviene mentre l’orientamento generale delle amministrazioni è quello di sostituire i semafori con rotonde che portano notevoli vantaggi sia a livello di sicurezza che a livello ambientale: riducono le velocità generali, riducono l’impatto degli incidenti, riducono l’inquinamento e il consumo di energia elettrica e snelliscono il traffico. Tra l’altro sono soluzioni che la stessa amministrazione Castelli – conclude Ferretti – ha già adottato per alcuni incroci sullo stesso asse viario, come quello in prossimità dell’ospedale e della clinica San Giuseppe”

 

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui