Ricambi auto, un fenomeno sempre più virtuale anche nel Piceno

Nella provincia di Ascoli il mercato della sistemazione auto conta 12 aziende di ricambi, 22 meccanici e 39 elettrauto, l'online è in forte crescita

0
319
Ricambi auto
Ricambi auto

Secondo i dati diffusi nelle scorse ore dall’Associazione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri le auto nuove immatricolate in provincia di Ascoli, nel mese di maggio 2018, sono state 549, di cui 112 Fiat, 54 Renault, 48 Volkswagen, 42 Chrysler e 36 Opel. Mentre nel settore di alta gamma si contano 14 Mercedes, 12 Bmw, 1 Jaguar, 1 Porsche. A questo link è possibile trovare i dati completi. Ma il nuovo è solo una fetta di un mercato in cui l’usato continua ad avere dati significativi. Per entrambe le tipologie, ma soprattutto per la seconda, le vendite on line rappresentano infatti un settore in forte crescita rispetto al passato. E anche il settore dei ricambi – tra punti fisici e virtuali – rimane particolarmente fiorente. Vediamo di farne una breve fotografia.

RIPARAZIONE E ACCESSORI AUTO AD ASCOLI E NEL PICENO

Nella provincia di Ascoli, secondo quanto si scopre dalle Pagine Bianche, il mercato della sistemazione delle automobili conta 12 aziende di ricambi auto, 22 meccanici e 39 elettrauto. Un mercato che in Italia vale 12,6 miliardi di euro e che nel Piceno muove decine di milioni di euro. Anche in questo campo, come dicevamo, l’on line è in forte crescita. In un mercato europeo dell’e-commerce che vale circa 12 miliardi di euro (dati 2017) e cresce del 28 per cento, infatti, le compravendite via internet di pezzi e accessori per auto valgono ancora poco, ma presentano comunque una dinamica di crescita in doppia cifra.

Uno dei leader continentali del settore viene dalla Germania ed è www.MotorDoctor.it.  Le tipologie di prodotti più vendute sono ovviamente quelle di largo consumo, dai tappetini agli strumenti per la pulizia, dalle telecamere ai porta tablet e navigatori. Passando per gadget come il porta bicchiere termico o il key finder. Ma sono sempre più numerosi coloro che – nell’ottica del massimo risparmio – comprano on line “pezzi” che richiedono competenze decisamente più tecniche per essere utilizzati: pneumatici, pompe, guarnizioni, dischi frenanti, filtri e quant’altro. Testimonianza di come sempre più operatori professionali si rivolgano al web per contenere i costi. E di come, per una volta, reale e virtuale, non siano in concorrenza.

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui