Provincia, ultima seduta per il consiglio guidato da Paolo D’Erasmo

L'assemblea, nella riunione, ha approvato anche le modifiche al piano opere pubbliche, tra cui il finanziamento del ponte di Monsampietro

0
400
Il presidente della Provincia di Ascoli Paolo D'Erasmo
Il presidente della Provincia di Ascoli Paolo D'Erasmo

Si è svolto ieri pomeriggio, a palazzo San Filippo, l’ultimo Consiglio Provinciale del mandato del Presidente Paolo D’Erasmo eletto nell’ottobre 2014 con la legge Delrio. Come noto, infatti, sindaci e consiglieri comunali voteranno il 31 ottobre prossimo per il rinnovo della carica di presidente. D’Erasmo ha salutato i Consiglieri Provinciali ringraziandoli per il lavoro intenso e proficuo di questi anni al servizio del territorio.

Tra punti all’Ordine del Giorno più rilevanti l’approvazione da parte del Consiglio del riequilibrio del Bilancio 2018 e delle modifiche al programma pluriennale delle opere pubbliche. L’atto certifica che, con la manovra di riequilibrio pari al valore complessivo di 2 milioni e 289 mila euro, si ha la sussistenza degli equilibri finanziari con riferimento alle gestioni di competenza, dei residui, della gestione di cassa, del rispetto del pareggio di bilancio e della verifica dell’esistenza di debiti fuori bilancio. Di particolare rilevanza sono le variazioni di programma al piano delle opere pubbliche per circa 740 mila. Entrando nel dettaglio, è stato anticipato dal 2019 al 2018, l’adeguamento sismico della casa colonica azienda agricola il località Navicella di proprietà della Provincia per 288 mila euro con fondi dell’ordinanza del Commissario Straordinario per la Ricostruzione. E’ stata prevista la realizzazione di un ponte carrabile in acciaio sulla S.P. n. 177 in località Monsampietro di Venarotta, opera finanziata con fondi regionali per 250 mila euro. Infine, terzo ed importante intervento, risulta la realizzazione della rotatoria di Monsampolo del Tronto finanziata per 200 mila euro con alienazioni 2019. Di rilievo anche l’intervento previsto nell’Istituto Professionale di Cupra Marittima dell’importo di 95 mila euro.

Il Consiglio ha poi ratificato il decreto d’urgenza del presidente che aveva attivato importanti interventi tra cui la procedura di gara per il servizio sgombra neve, l’attività di verifica di stabilità di ponti e viadotti e alcune opere di manutenzione ordinaria.

Successivamente, il Consiglio ha approvato lo schema di convenzione con cui i Comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti si avvalgono stabilmente della struttura tecnica della Provincia per le funzioni in materia sismica con vantaggi in termini di omogeneità e rapidità di procedure. Si tratta dell’unica convenzione di questo tipo nelle Marche.

Il Consiglio ha quindi ha approvato il piano provinciale per l’anno scolastico 2019 – 2020 per quanto concerne la programmazione della rete scolastica. La Provincia di Ascoli Piceno è l’unica nelle Marche ad avere tutti gli istituti e le scuole dimensionate ed aver superato quindi il problema delle reggenze. Pertanto quest’anno il piano si è soffermato sull’offerta formativa degli istituti per quanto riguarda la richiesta d’istituzione di nuovi indirizzi e corsi.

La seduta è termina con l’approvazione dell’ultimo punto all’Ordine del Giorno, ossia il nuovo statuto e convenzione quadro del Consorzio Turistico del Comprensorio dei Monti Gemelli (Cotuge). L’atto riconferma gli obiettivi di riqualificazione e valorizzazione turistico ambientale del Monte Piselli e, al tempo stesso, apre ad una nuova organizzazione degli assetti societari ad altri enti pubblici come il Comune di Folignano o altri Comuni abruzzesi che hanno manifestato la volontà di entrare a far parte della compagine della società.

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.