Partigiano? No, artigiano: erroraccio nella lapide dedicata a Scalabroni ad Ascoli

Una figuraccia per la città a cui nel 2002 il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi assegnò la medaglia d’oro per attività partigiane

0
388
Partigiano, foto generica
Un partigiano, foto generica

“Artigiano e difensore del bene comune 1926 – 2018”. L’errore – inciso nero su bianco nel marmo – è di quelli che non passano inosservati. Tanto più se si sta inaugurando la lapide a William Scalabroni, insigne cittadino di Ascoli Piceno scomparso lo scorso 25 febbraio il cui merito principale è stato quello di essere “partigiano” (non “artigiano”) e protagonista della resistenza nella città delle cento torri.

E’ quanto successo nelle scorse ore alla cerimonia di intitolazione del nuovo Giardino William Scalabroni, a cui erano presenti numerosi esponenti dell’Anpi e il sindaco Guido Castelli. La lapide, secondo quanto riferito da un articolo di Piceno Oggi, è rimasta coperta fino a pochi minuti prima dell’inaugurazione: poi qualche volenteroso ha notato l’errore ed è salito per aggiungere la P mancante con un pennarello. Comunque una figuraccia per la città a cui nel 2002 il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi assegnò la medaglia d’oro per attività partigiane.

 

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.