No all’ospedale unico, la Lega continua la sua battaglia

Questi sabato e domenica i militanti del partito saranno presenti, mattino e pomeriggio, con un gazebo nella Piazza Arringo di Ascoli

0
375
Militanti della Lega di Ascoli, foto da Facebook
Militanti della Lega di Ascoli, foto da Facebook

“La Lega continua a dire no alle manovre della Regione relativamente all’ospedale unico”. A ribadirlo è una nota del commissario provinciale di Ascoli Andrea Maria Antonini.

“La notizia di eventuali carotaggi nella zona di Spinetoli – si legge – ci lascia basiti.  Nessun atto formale corrobora questa scelta se non dichiarazioni verbali che niente hanno di ufficiale. Invano il consiglio comunale di Ascoli aspetta il presidente Ceriscioli per interrogarlo sulla questione che rimane tutt’ora molto fumosa e per informarlo della reale volontà del popolo piceno che per la stragrande maggioranza vuole che gli attuali ospedali non vengano indeboliti, anzi potenziati”.

La Lega, quindi, ricorda di aver raccolto circa 5000 firme “unendo Ascoli e San Benedetto in questa lotta per la salvaguardia del diritto alla salute dei cittadini piceni. E non si vuole fermare”.

Questi sabato e domenica i militanti del partito saranno presenti, mattino e pomeriggio, con un gazebo nella Piazza Arringo di Ascoli. Tra le inizaitive in promozione la prosecuzione della raccolta firme per lo stop all’ospedale unico e la raccolta di adesioni per il bus che l’8 diceembre partirà da Ascoli alla volta di Roma per la manifestazione alla presenza di Salvini “Prima gli italiani”.  (info tel. 3288605753).

 

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.