La satira non è reato, assolto ex consigliere di San Benedetto

Il pubblico ministero aveva chiesto per lui tre mesi di pena per diffamazione e sostituzione di persona, di diverso avviso il giudice

0
289
Sentenza
Sentenza

E’ stato assolto l’ex consigliere comunale di San Benedetto del Tronto Daniele Primavera, che era finito sul banco degli imputati per aver creato un falso profilo Facebook (Piunti sindaco) in cui satireggiava il primo cittadino di San Benedetto Pasqualino Piunti, che lo ha denunciato, e in particolare per un’immagine – un evidente fotomontaggio – in cui lo ritraeva in una sorta di coppia con il sindaco di Ascoli Guido Castelli. Il pm aveva chiesto per lui tre mesi di pena (per diffamazione e sostituzione di persona), ma il giudice lo ha assolto: la satira non è reato e farla – se non si sconfina nella pura diffamazione – è un diritto tutelato dalla Costituzione. Ora si attendono le eventuali mosse di Piunti, che starebbe valutando il ricorso.

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui