Delusione Ascoli Calcio col Pescara: doppia beffa nei minuti finali

E' finita 0-2. Ma le reti che hanno deciso l'incontro  sono arrivate negli ultimissimi istanti di un match povero di emozioni

0
265
Piccinocchi, foto da pagina Facebook ufficiale Ascoli Calcio

Fino a ieri Zanetti era il migliore degli allenatori e i giocatori tutti campioni invincibili. Oggi, più d’un tifoso sui social parla di una squadra non all’altezza dell’obiettivo promozione in serie A. E’ tutta nel mezzo la verità di questo Ascoli Calcio, che domenica è uscito sconfitto dallo stadio Del Duca dal Pescara. Per sognare davvero la A, infatti, manca ancora qualcosa.

E’ finita 0-2. Ma le reti che hanno deciso l’incontro  sono arrivate negli ultimissimi istanti di un match povero di emozioni. All’87’ Galano la infila e sei minuti dopo, in pieno recupero, l’arbitro assegna un rigore per fallo di Fedrica: Busellato non sbaglia. Un risultato finale forse ingiusto, ma per conquistare la massima serie occorrono freddezza, lucidità e capacità di giocare le partite concentrati fino all’ultimo istante. I valori in campo ci sono, ma stavolta alcune di queste qualità sono mancate.

ASCOLI-PESCARA 0-2

ASCOLI (4-3-2-1): Leali; Pucino, Valentini (91′ Ferigra), Gravillon, Padoin; Gerbo (70′ Brlek), Piccinocchi, Troiano (91′ Chajia); Ninkovic, Scamacca; Da Cruz. All.: Zanetti.

PESCARA (3-5-1-1): Fiorillo: Drudi (Bettella 84′), Campagnaro, Scognamiglio; Ciofani, Machin, Memushaj (85′ Ingelsson), Busellato, Masciangelo; Galano; Brunori (92′ Borrelli). All.: Zauri.

Reti: Galano 87′ Busellato 93′ (rig)

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.