Come prepararsi all’arrivo di un bambino

La nascita di un figlio rappresenta una delle più grandi emozioni della vita, e proprio per questo bisogna prepararsi al meglio per il suo arrivo, per accoglierlo nel migliore dei modi e non fargli mancare nulla

0
273
Neonato, foto generica daa Pixabay

La nascita di un figlio rappresenta una delle più grandi emozioni della vita, e proprio per questo bisogna prepararsi al meglio per il suo arrivo, per accoglierlo nel migliore dei modi e non fargli mancare nulla.

Anche se nove mesi possono sembrare tanti, in realtà passano in fretta e in men che non si dica vi ritroverete a dover reperire tutto l’occorrente nel poco tempo che rimane, quindi, è consigliabile iniziare già verso la diciassettesima settimana di gestazione, così da avere tutto pronto al suo arrivo, senza troppa ansia e godendosi a pieno il piacevole momento.

Ma cosa è davvero indispensabile acquistare e cosa no? Inoltre, è importante preparare la cameretta fin da subito?

Cosa fare prima del parto

Per chi è alla prima esperienza potrebbe sembrare una stupidaggine, ma preparare una piccola valigia con l’occorrente da portare in ospedale durante il parto è, per alcuni, una delle cose più importanti da fare.

Questo perché, se il lieto evento dovesse malauguratamente avvenire prima del previsto, è bene essere pronte a quest’evenienza. Un paio di ricambi per l’intimo, compresi gli slip post parto, un paio di camicie da notte comode, una vestaglia nel caso in cui dovesse far freddo, delle ciabatte, e un piccolo beauty case.

In quest’ultimo inserirete tutto ciò che utilizzate normalmente per la vostra igiene quotidiana: crema, contorno occhi, spazzola, spazzolino e dentifricio, sapone intimo e un detergente neutro. Infine, mai dimenticarsi di portare alcuni pacchetti di fazzoletti e di salviette disinfettanti.

In auto

Anche l’allestimento dell’automobile è necessaria, non tanto per quando il futuro nascituro sarà più grande, ma per il momento in cui dovrete ritornare a casa dopo il parto. Se la clinica o l’ospedale dove vi recherete è lontano dalla vostra dimora, è fondamentale che il bambino viaggi in tutta sicurezza dopo le dimissioni.

Per questo motivo è importante procurarsi un seggiolino auto appartenente al gruppo 0+, chiamato anche ovetto. L’ideale sarebbe quella di acquistare un modello con sistema Isofix omologato per la vostra auto, tuttavia, per molti potrebbe essere visto come uno spreco di denaro, considerando che potrete utilizzarlo solo per pochissimi mesi.

In alternativa, potreste valutarne uno più economico da agganciare facilmente con l’aiuto delle cinture di sicurezza. Attenzione: ricordate sempre di disattivare l’airbag frontale e di posizionare l’ovetto nel senso contrario a quello di marcia.

Oggetti per il bebè

Per quanto possa essere dispendioso il solo pensiero, al bambino serviranno un’infinità di pannolini, asciugamani, biberon, bavette, salviette, e un set di pulizia per orecchie, nasino e occhietti.
Di sicuro l’attività più piacevole di ogni neo mamma è quella di acquistare tutine, calzini e scarpette abbinate di ogni genere: per l’estate, l’inverno, quella più elegante per la visita dei parenti e così via.

Ma non sono la prima cosa da collezionare, poiché per quanto i geni di mamma e papà possano farvi intuire quanto grande potrà essere a 18 anni, difficilmente riuscirete a capire come sarà appena nato, o a tre mesi. L’ideale, dunque, sarebbe quella di comprarne un paio di taglia unica per quando verrà al mondo, e poi sbizzarrirvi con il passare dei primi mesi.

La cameretta

Decidere come allestire la cameretta del nascituro è il primo passo per comprendere che tipo di educazione vorrete impostare. Secondo il metodo Montessori, lo sviluppo dell’indipendenza dei bambini parte già dai sei mesi, e ogni individuo ha bisogno di essere stimolato con giochi e movimento su superfici differenti.

L’armadio sarà senza ante, e anche il letto dovrà essere a portata di manine: infatti, secondo la famosa pedagoga, è necessario che questo sia basso e che possa essere raggiunto con estrema facilità senza l’aiuto di mamma e papà.

Tuttavia, durante i primi mesi di vita è importante che lui/lei dorma a stretto contatto con voi, e che senta la vostra vicinanza e l’affetto fin da subito. Secondo le nostre recensioni, uno dei lettini preferiti dai neogenitori è di marca Foppapedretti, ha la sponda regolabile e presenta un cassetto al di sotto del materasso, che vi tornerà utile per le coperte e le lenzuola di ricambio.

Infine, oltre alle numerose decorazioni che potrete applicare alle pareti per sviluppare la sua fantasia, non potranno di certo mancare dei tappeti o della moquette, per affrontare in tutta sicurezza le gattonate e i primi passi.

Il bagnetto

Dopo la nascita, il secondo evento più importante per molte mamme è il primo bagnetto, che,  però, può essere fatto solo dopo che il cordone ombelicale sarà caduto completamente. Farlo la sera prima di andare a letto può conciliare il sonno, ma per rendere l’operazione più pratica è bene procurarsi una piccola vasca in plastica per neonati.

Non deve mancare anche un termometro con cui misurare la temperatura dell’acqua, che dovrà essere all’incirca di 37 °C.

 

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.