La bevanda picena: l’anisetta di Silvio Meletti

0
310
Una vecchia pubblicità dell'anisetta di Meletti
Una vecchia pubblicità dell'anisetta di Meletti

Dopo un abbondante pasto di sicuro un’anisetta Meletti può essere di grande ristoro. Ma di che parliamo?

Con questo nome si indica il liquore ideato nel 1870 da Silvio Meletti: un liquore prodotto dall’anice verde di Castignano (in terreni rigorosamente argillosi) che è conosciuto e apprezzato in tutte le Marche.

Il più noto riferimento all’Anisetta Meletti si trova nel romanzo di Carlo Emilio Gadda, “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana”, in cui compare come bevanda costosa ed è presentata come un “classico”.

Il posto ideale per gustarlo è ovviamente il Caffè Meletti (www.caffemeletti.it), in piazza del Popolo, dove fu servita per la prima volta e che ancora conserva arredi ed elementi decorativi dell’epoca.

Una nota: in realtà il liquore fu creato per la prima volta nel 1830 da Francesco Olivieri dell’omonima “Ditta Francesco Olivieri” a Porto San Giorgio di Fermo. Ma se passate per Ascoli non avete scelta…

Il Caffè Meletti di Ascoli Piceno
Il Caffè Meletti di Ascoli Piceno

TORNA ALL’INDICE DELLA GUIDA DI ASCOLI E PROVINCIA

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui