Ascoli, rimangono in carcere i presunti stupratori della 13enne

Il giudice, accogliendo la richiesta del pm, ha deciso di prorogare i termini fino al 21 gennaio per consentire la conclusione delle indagini

1
299
Violenza sessuale, foto generica
Violenza sessuale, foto generica

Restano in carcere i due 22enni di origine nigeriana accusati di aver violentato – fra agosto e ottobre dello scorso anno – una “amica” di soli 13 anni con l’aiuto di un terzo giovane mai identificato.

Il termine per la carcerazione preventiva sarebbe scaduto il prossimo 21 ottobre: il giudice, accogliendo la richiesta del pm, ha deciso di prorogarlo fino al 21 gennaio del prossimo anno per consentire la conclusione delle indagini (in particolare mancano ancora i risultati del test del Dna).

I richiedenti asilo, dunque, rimarranno in prigione perché sussiste, secondo il giudice, il rischio di reiterazione del reato o di fuga.

Un comento

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui