Ascoli piange Sisto Malaspina, accoltellato a morte da terrorista dell’Isis

Sisto era comproprietario di un noto bar sulla Bourke Street, un luogo frequentatissimo anche da personaggi noti, come l'attore Russel Crowe, amico da anni

0
255
Sisto Maalspina, ucciso in un attentato dell'Isis in Australia
Sisto Maalspina, ucciso in un attentato dell'Isis in Australia

Tutta Ascoli Piceno – e non solo – piange Sisto Malaspina, il 74enne di origine ascolana accoltellato a morte in un attentato rivendicato dai terroristi dell’Isis avvenuto a Melbourne, in Australia, venerdì. Sisto Malaspina è stato pugnalato da un 30enne di origini somale, Hassan Khalif Shire Ali.

Sisto era comproprietario di un noto bar sulla Bourke Street, un luogo frequentatissimo anche da personaggi noti, come l’attore Russel Crowe, amico da anni, che non ha mancato di esprimere pubblicamente il suo dolore.

Malaspina era originario di Poggio Beretta, ma a 18 anni (nel 1963) si era trasferito in Australia in cerca di fortuna, diventando ben presto un esempio di integrazione e successo. Nel 1974 ha acquistato un bar vicino al parlamento dello Stato di Vittoria: il Pellegrini’s Cafè. E a testimoniarne l’importanza ci sono anche le parole di Crowe su Twitter.

L’attore ha scritto: “Sisto, il mio cuore si spezza…. Frequento il Pellegrinìs dal 1987. Non sono mai stato a Melbourne senza visitare il mio Sisto. Sul muro ci sono gli adesivi e i berretti di South Sydney. Il mio dolce e leale amico, accoltellato in strada da un pazzo. È così triste”.

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui