Ascoli, vietati lumini e peluche al cimitero: è polemica

E' già polemica per la decisione del Comune di Ascoli Piceno di adottare un nuovo regolamento sui servizi cimiteriali dell'Arengo, che - con l'ordinanza del 20 aprile - introduce numerosi divieti per chi frequenta il camposanto. Tra questi, infatti, c'è anche quello di depositare lumini, piante e peluche in prossimità delle lapidi

1
160
Un pelouche su una tomba, foto generica
Un pelouche su una tomba, foto generica

E’ già polemica per la decisione del Comune di Ascoli Piceno di adottare un nuovo regolamento sui servizi cimiteriali dell’Arengo, che – con l’ordinanza del 20 aprile – introduce numerosi divieti per chi frequenta il camposanto. Tra questi, infatti, c’è anche quello di depositare lumini, piante e peluche in prossimità delle lapidi.

Il provvedimento è motivato con il decoro dell’area e con il fatto che “all’interno dei cimiteri si assiste a un diffuso fenomeno di allestimento dei loculi da parte dell’utenza con oggetti ornamentali di fattezza svariata, nonché di invasione, seppure con segni di affetto e ricordo, di zone non concesse in uso mediante apposizione di vasi e suppellettili vari che invadono sia i marciapiedi, costituendo intralcio e pericolo per i passanti, sia fazzoletti di terra nelle vicinanze del loculo concesso per allestirvi residenze a memoria del defunto”.  Nel mirino anche le panchine posizionate abusivamente nel cimitero.

Un comento

Rispondi

LASCIA IL TUO COMMENTO
Metti il tuo nome qui